Libia, il generale Haftar respinge il cessate il fuoco
Libia, il generale Haftar respinge il cessate il fuoco

Il ministro degli Interni di Al Serraj è arrivato Roma

Il generale Khalifa Haftar ha respinto la proposta avanzata da Turchia e Russia di un cessate il fuoco in Libia. Un rifiuto che gela la comunità internazionale e che arriva dopo l’ok del governo di Tripoli. A dare l’annuncio un portavoce del sedicente esercito nazionale libico secondo cui "le milizie di Tripoli vanno annientate". Nel frattempo le operazioni militari vanno avanti. Si sono registrate le morti di due soccorritori a Sirte, città caduta nelle mani di Haftar, che ora punta a Misurata. Allo stesso modo continuano gli sforzi della diplomazia per trovare una soluzione pacifica al conflitto. Giovedì sera, il ministro dell'Interno libico, del governo di accordo nazionale di Fayez Al Serraj, è arrivato a Roma da Tripoli per incontrare l'ambasciatore Usa a Tunisi, Donald Blome.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata