Libia, fonte conferma: In attaco al Corinthia ci sono ostaggi

Tripoli (Libia), 27 gen. (LaPresse/Xinhua) - Gli uomini armati che hanno fatto irruzione nell'hotel Corinthia di Tripoli, il più grande della Libia, hanno preso alcuni ostaggi. Lo conferma a Xinhua una fonte della sicurezza, aggiugendo che al momento il bilancio è di tre guardie uccise e diversi feriti. La dinamica, secondo quanto raccontano alcuni testimoni è stata la seguente: prima intorno alle 10 ora locale una bomba è esplosa nel parcheggio dell'albergo e poi uomini armati hanno fatto irruzione nell'hotel. Sul posto è presente un gran numero di agenti delle forze di sicurezza.

Tripoli è caduta nelle mani della coalizione islamista armata Alba libica lo scorso agosto, quando il governo libico riconosciuto a livello internazionale si è ritirato nella città orientale di Tobruk. La città è spesso teatro di attacchi bomba, omicidi e rapimenti. In passato diverse ambasciate, comprese quelle dell'Egitto e degli Emirati arabi uniti, sono state prese di mira dai militanti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata