Libia, continua assedio di miliziani a ministeri Tripoli: Premier lasci

Tripoli (Libia), 6 mag. (LaPresse/AP) - Continua l'assedio ai ministeri degli Esteri e della Giustizia di Tripoli da parte dei miliziani libici. La protesta è iniziata domenica scorsa, quando gli uomini delle milizie hanno bloccato le strade con pickup dotati di armi antiaeree e mostrato cartelli che chiedevano le dimissioni del premier Ali Zidan. A fermare l'assedio non è bastata la legge che impedisce a funzionari che servirono nel regime di Muammar Gheddafi di ricoprire incarichi governativi. Il provvedimento, soprannominato 'Legge per l'isolamento politico', è stato approvato anche per la pressione delle milizie e potrebbe portare alla destituzione di Zidan, che lavorò come diplomatico sotto Gheddafi. Il premier ha chiesto agli uomini delle milizie di unirsi alle forze di sicurezza del governo e promesso di mantenere una linea intransigente nei confronti dei gruppi armati che non seguiranno le regole.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata