Libano, un morto a Beirut in scontri settari legati a crisi Siria

Beirut (Libano), 21 mag. (LaPresse/AP) - Una persona è morta e dieci sono rimaste ferite nella notte a Beirut, capitale del Libano, in violenze tra sunniti e alawiti legate alla crisi siriana. Gli scontri si sono verificati nel quartiere a predominanza sunnita di Tariq Jadidah, e sono stati definiti dalle autorità locali come i peggiori degli ultimi quattro anni. Secondo le forze di sicurezza, la vittima faceva parte di un gruppo sunnita. Le ultime violenze arrivano dopo l'uccisione di un religioso oppositore del governo di Damasco, Sheik Ahmed Abdul-Wahid, e della sua guardia del corpo. Libano e Siria hanno complessi legami politici e allo stesso tempo rivalità settarie, che spesso portano a violenze. La scorsa settimana, otto persone sono morte e decine sono rimaste ferite nella città libanese di Tripoli in scontri tra sunniti, che appoggiano la rivolta in Siria, e alawiti, che invece sostengono il presidente Bashar Assad.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata