Libano, Francia fornirà 3 miliardi di armi pagate da Arabia Saudita

Beirut (Libano), 4 nov. (LaPresse/AP) - La Francia e l'Arabia Saudita hanno firmato un accordo che prevede che Parigi fornisca all'esercito libanese armi per un valore di tre miliardi di dollari, pagati da Riad. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius. Il patto, annunciato per la prima volta a dicembre, ha l'obbiettivo di rafforzare l'esercito di Beirut, che deve affrontare un aumento di violenze legate alla guerra civile nella vicina Siria. Non sono stati rivelati dettagli su quali sistemi di armi potrebbero essere forniti ai sensi dell'accordo, o quando il Libano li riceverà. "Accolgo con favore la firma del contratto per assistere i militari libanesi", ha affermato Fabius in un comunicato. "Questo patto, finanziato da una donazione saudita, rafforzerà l'esercito del Libano, che è garante dell'unità e della stabilità del Paese".

Il ministro ha aggiunto che aiuterà anche l'esercito libanese a "compiere la sua missione di difendere il territorio, e nella lotta contro il terrorismo in un momento in cui il Libano è minacciato". Dall'Arabia Saudita o dal Libano non sono giunti immediati commenti. Tuttavia l'esercito libanese lunedì aveva riferito che il suo comandante Jean Kahwaji si stava recando nel regno per la cerimonia della firma. Il Libano ha annunciato a sorpresa la donazione di 3 miliardi di dollari dall'Arabia Saudita a dicembre. Da allora anche il rivale regionale di Riad, l'Iran, ha detto di essere pronto a fornire aiuti all'esercito libananese. Molti libanesi considerano queste offerte come parte di una competizione per l'influenza sul loro Paese, spaccato da spaccature settarie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata