Libano alle urne dopo 9 anni: misure di sicurezza e code ai seggi
Circa 3,7 milioni di elettori. In strada tra i 20 e i 30mila agenti

Dopo quasi un decennio il Libano torna a votare, con circa 3,7 milioni di elettori. Dopo nove anni senza elezioni politiche i seggi sono stati aperti domenica mattina alle 7 con code di fronte agli uffici fino dalle prime ore.

Massime le condizioni di sicurezza: tra 20.000 e 30.000 i poliziotti e i soldati schierati per garantire il voto. La misura è stata disposta dal ministero dell'Interno, in un paese colpito negli ultimi anni da diversi attacchi mortali e attentati.

Il Parlamento (128 deputati) dovrebbe essere dominato dai partiti tradizionali, tra i quali il potente sciita Hezbollah, alleato con Siria e Iran.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata