Lettonia, partito filorusso in testa al 29,2%, ma potrebbe non governare

Riga (Lettonia), 18 set. (LaPresse/AP) - Il partito d'opposizione filorusso 'Centro dell'armonia' è in vantaggio nei risultati delle elezioni parlamentari anticipate che si sono tenute ieri in Lettonia. Con il 95% delle schede scrutinate si attesta al 29,2% dei voti. 'Centro dell'armonia' potrebbe restare però escluso dal nuovo governo perché gli altri movimenti hanno intenzione di coalizzarsi in modo da lasciarlo fuori. Al secondo posto si attesta al momento il Partito riformatore di Zatlers, dell'ex presidente Valdis Zatlers, con il 20,5% dei voti. Terzo invece Unità, finora nella coalizione di governo, con il 18,2% dei consensi, in calo rispetto al 31,2% dell'anno scorso.

Secondo gli analisti questi due partiti, i cui colloqui sono previsti per oggi, probabilmente intendono lasciare la carica di primo ministro in mano all'attuale premier Valdis Dombrovskis, come segnale ai creditori internazionali che chiedono garanzie sull'applicazione degli impegni presi dalla Lettonia a proposito di riduzione del deficit e introduzione dell'euro nel 2014. Per assicurarsi la maggioranza, tuttavia, Unità e Partito riformatore di Zatlers dovrebbero ottenere l'alleanza di un terzo gruppo politico. Fra gli altri partiti, i Verdi e l'Unione dei contadini lettoni hanno ottenuto il 12,2% dei voti, mentre il partito di destra Alleanza nazionale il 13,5%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata