Lesbo, migranti aggrediti da estremisti di destra
Decine di migranti sono stati feriti nella notte nell'attacco di un gruppo di estrema destra sull'isola greca di Lesbo. Molti rifugiati, in attesa di una risposta alle loro richieste di asilo, si erano riuniti a Mitilene per protestare. Incuranti della presenza della polizia domenica sera diverse centinaia di giovani dell'ultradestra hanno prima intonato cori, poi hanno cominciato a insultarli e quindi li hanno attaccati con bastoni e lanci di pietre, dando anche alle fiamme cassonetti dell'immondizia. Tra i rifugiati sotto attacco c'erano anche molti bambini, come mostrano i video caricati su Facebook da Ariel Ricker, responsabile della ong Advocates Abroad