Leader delle Farc a Bogotà per firmare nuovo accordo di pace
La partenza da Cuba oggi verso la Colombia

Rodrigo Londoño Echeverri, alias 'Timochenko', massimo capo delle Farc, parte oggi da Cuba per la Colombia, per firmare il nuovo accordo di pace siglato con il governo di Bogotà. "I dettagli non li conosco, mi sto preparando, vi chiedo di finire presto perché sto facendo la valigia per andare a Bogotà. Là vedremo", ha detto Timochenko, in un'intervista con Noticias Rcn all'Avana, capitale di Cuba. L'annuncio del viaggio arriva dopo che il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, aveva fatto sapere che mercoledì prossimo presenterà al Congresso colombiano il nuovo accordo, per sottoporlo a dibattito e definire le modalità di conferma.

 "Speriamo che (l'accordo, ndr) venga messo in atto e che il Congresso risponda a ciò che la patria sta chiedendo", ha detto il capo del gruppo guerrigliero che poi ha sottolineato: "Abbiamo bisogno di approvare questo accordo per iniziare a porre le basi e seminare i semi di riconciliazione e di pace nella nostra patria". Più si "dilata la controfirma dell'accordo, più si dà spazio ai settori che non vogliono la pace, i settori che vogliono che la guerra continui", ha aggiunto.

Fino a questo momento, il governo colombiano non si è pronunciato sul viaggio di Timochenko in Colombia. Da parte sua, la squadra di pace del governo ha scritto su Twitter che ancora non sono stati definiti "né la data né il luogo" per la firma del documento. Il nuovo accordo di pace, siglato lo scorso 12 novembre all'Avana, contiene anche i contributi di coloro che si erano opposti al patto iniziale siglato il 26 ottobre a Cartagena de Indias e respinto al referendum dello scorso 2 ottobre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata