Lapo Elkann: Trump sta portando il mondo verso il mercantilismo
"A me quello che fa un po' paura non di Trump, ma in generale è il costante rimuginare di notizie cattive, di problemi, di difficoltà che sono reali"

"Trump? La politica non è il mio mondo, non è il mio lavoro. Quello che posso dire semplicemente è che lui sta portando il mondo" da una realtà "in cui tutti collaborano e lavorano insieme a stretta unione a un mondo più di mercantilismo, dove le decisioni si fanno più Paese con Paese piuttosto che con Paesi aggregati che lavorano insieme". Lo ha detto Lapo Elkann all'Unicredit Pavilion di Milano, a margine della presentazione di Bmw e Garage Italia Customs, la sua azienda, dal titolo 'Memphis event - World premiere', a chi gli chiedeva un giudizio sui primi mesi di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti d'America.

"A me quello che fa un po' paura non di Trump, ma in generale è il costante rimuginare di notizie cattive, di problemi, di difficoltà che sono reali. Ma chi fa politica e chi guida i Paesi deve anche essere costruttivo, portatore di energia e di un'idea di un futuro migliore. Questo non è riferito a Trump, ma alla politica in generale. Credo che questo sia un mio desiderio ma anche quello di tanti cittadini in giro per il mondo: non basta essere rappresentati da gente che parla, ci vogliono i fatti", ha concluso Elkann.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata