Lagarde: Se Parigi va fuori dall'euro periodo di grave incertezza
"Si aprirebbe un periodo di grande squilibrio e di impoverimento"

 Uno scenario di uscita della Francia dall'euro creerebbe "un periodo di incertezza molto grave" nell'Unione europea. Lo ha detto la direttrice generale del Fmi, Christine Lagarde, in un'intervista al quotidiano 'Le Parisien'. "Si aprirebbe un periodo di incertezza molto grave, di grande squilibrio e di impoverimento della Francia", ha affermato Lagarde, che è stata ministra delle Finanze francese sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy. Due dei cinque principali candidati alle politiche francesi propongono di abbandonare la moneta unica, Jean-Luc Mélenchon, leader della sinistra radicale, e la ben più quotata presidente del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, che i sondaggi danno tra i favoriti. Lagarde ha spiegato che qualunque essi siano, i risultati delle politiche avranno "un ruolo decisivo" per il futuro dell'Ue. La numero uno del Fmi vede due strade possibili, ovvero "un eventuale rafforzamento dell'asse franco-tedesco" o l'abbandono dell'euro "con conseguenze pesanti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata