La sudanese Meriam via da Roma: andrà in Usa con la famiglia

Roma, 31 lug. (LaPresse) - "Sono stati giorni splendidi, abbiamo condiviso la gioia e l'emozione di un sogno realizzato. E ora che parti una parte di me resterà con te! Per sempre. Love you sister". Così scrive su Facebook Antonella Napoli, presidente dell'ong Italians for Darfur, in occasione della partenza dall'aeroporto di Fiumicino di Meriam, la donna sudanese condannata a morte nel suo Paese per aspostasia ed espatriata con l'intervento del governo italiano. La donna partirà oggi alla volta degli Stati Uniti con il marito Daniel Wani e i figli Martin e Maya. "Ci siamo divertiti a vedere Martin fare il pazzerello e diventare la mascotte dei NOCS, ho fatto il pieno della dolcezza di Maya e ho vissuto la vostra quotidianità. Grazie", scrive ancora Antonella Napoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata