La strage dei bambini in Siria: bombe di regime distruggono l'infanzia
Cinque giorni di bombardamenti, nessun accenno allo stop. Nel Goutha Est, enclave di ribelli siriani alla periferia di Damasco, le bombe del regime di Bashar al-Assad, secondo le stime dell'Osservatorio siriano dei diritti umani, hanno ucciso quasi 400 civili, tra cui 95 bambini. Negli obitori genitori piangono i propri figli allienati per terra, perché non c'è più spazio per tutti questi morti. E per le centinaia di feriti ricevere cure e aiuto diventa sempre più difficile: secondo Medici Senza Frontiere 13 delle strutture sostenute dall'organizzazione sono state danneggiate o distrutte in tre giorni