La ricostruzione del Wtc e l'accordo sul museo dedicato alle vittime

New York (New York, Usa), 11 set. (LaPresse/AP) - A undici anni dall'attentati dell'11 settembre, la città di New York sta procedendo nella ricostruzione del World Trade Center e dei grattacieli che caratterizzeranno la nuova skyline della Grande Mela. Intanto, proprio ieri, alla vigilia dell'anniversario, è stato raggiunto un accordo per il completamento del museo in ricordo delle vittime, i cui lavori si erano fermati lo scorso anno.

MEMORIALE E MUSEO. Gran parte del memoriale ha aperto lo scorso anno, proprio in occasione del decimo anniversario degli attacchi. Da allora lo hanno visitato 4,5 milioni di persone, ma il museo che avrebbe dovuto aprire lo scorso anno e che sorgerà al di sotto della piazza, è ancora incompleto. Una disputa tra l'Autorità portuale di New York e New Jersey, proprietaria del World Trade Center, e la fondazione che gestisce il memoriale aveva infatti portato allo stallo dei lavori. Ma proprio ieri, come annunciato dal governatore dei New York, Andrew Cuomo, i due soggetti hanno raggiunto un accordo per il completamento dell'opera. Il sindaco Michael Bloomberg ha spiegato che l'intesa "garantisce che i lavori saranno ripresi molto presto e non si fermeranno fino a quando il museo non sarà completato". L'opera, ha aggiunto, "è importante per le famiglie di coloro che morirono l'11 settembre. Loro hanno contribuito con fotografie e ricordi dei cari scomparsi, i quali meritano un profondo tributo".

ONE WORLD TRADE CENTER. Già conosciuto come Freedom Tower, il One World Trade Center aprirà nel 2014 all'angolo nordovest del sito, con oltre 270mila metri quadrati di spazi di uffici, tra cui quelli delle edizioni Conde Nast. La guglia in cima all'edificio di 104 piani raggiungerà l'altezza simbolica di 1.776 piedi (541 metri), numero che ricorda l'anno dell'indipendenza degli Usa. Il grattacielo avrà punti di osservazione al 100esimo, 101esimo e 102esimo piano. Quando sarà terminato, sarà costato 3,9 miliardi di dollari.

4 WORLD TRADE CENTER. Il primo edificio ad aprire, nell'ottobre 2013, sarà il 4 World Trade Center, di 72 piani, all'angolo sudest, di 297 metri.

3 WORLD TRADE CENTER. Appena a nord si trova il 3 World Trade Center, per ora fermo a soli otto piani, ma che ne avrà 80 una volta terminato, per un'altezza di 350 metri. Sarà completato tra 2015 e 2016.

2 WORLD TRADE CENTER. All'angolo nordest, ci sarà il 2 World Trade Center, per ora solo a livello della strada. L'edificio raggiungerà gli 88 piani, ma non verrà costruito fino a quando il mercato immobiliare non si riprenderà abbastanza per garantire che venga occupato.

TRASPORTI. La nuova stazione collegherà il trade center a 13 linee della metropolitana e ai treni Path per New Jersey. L'apertura è in programma nel 2015, quando rimpiazzerà la stazione temporanea del Path, costruita dopo gli attentati. Progettata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava, la stazione servirà 250mila persone al giorno. Avrà due livelli di spazi commerciali. Il costo, inizialmente fissato a 2,2 miliardi di dollari, si pensa ora che supererà i 3,5.

Twitter @ilyleccardi

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata