La promessa di Kim prima del summit con Trump: "Stop ai test nucleari in Nord Corea"
L'annuncio del leader nordcoreano, a lungo atteso da Washington, è un passo cruciale nella diplomazia dell'area

"A partire dal 21 aprile la Corea del Nord cesserà i suoi test nucleari e i lanci di missili balistici intercontinentali". A dare l'annuncio è stato il leader nordcoreano Kim Jong Un, a meno di una settimana dall'incontro in programma il 27 aprile con il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in, e a poca distanza di tempo dallo storico summit con il presidente Usa Donald Trump, che dovrebbe avvenire all'inizio di giugno.

Kim inoltre, le cui parole sono state riportate dall'agenzia di stampa di Stato nordcoreana Kcna, ha annunciato la chiusura del sito di test atomici di Punggye-ri, nel nord del Paese, ritenendo che "ha compiuto la sua missione". Pyongyang chiuderà il sito "per provare il suo impegno a sospendere i test nucleari", ha detto ancora Kim. Quello che però Kim non ha citato in alcun modo è uno smantellamento del suo arsenale, che anzi ha definito "una spada preziosa" che difende il Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata