La Corea del Nord apre a Seul: "Probabile la nostra presenza ai Giochi di Pyeongchang"
Nuovo segnale di disgelo tra i due Paesi. Il 9 gennaio l'incontro ufficiale per migliorare le relazioni tra Nord e Sud

E' probabile che la Corea del Nord partecipi alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. A dirlo, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Kyodo, il rappresentante di Pyongyang al Cio Chang Ung. Chang, spiega l'agenzia giapponese, ha rilasciato il breve commento ai giornalisti durante uno scalo all'aeroporto internazionale di Pechino.

Kyodo, citando fonti anonime, fa sapere che il rappresentate potrebbe essere in viaggio verso la Svizzera, dove ha sede il Comitato olimpico, e la visita potrebbe essere finalizzata proprio ad un incontro per discutere della potenziale partecipazione di Pyongyang ai Giochi.

L'ultimo segnale di disgelo tra le due Coree arriva dopo che Kim Jong-un ha accettato la proposta di Seul di tenere un incontro di 'alto livello' il 9 gennaio per migliorare le relazioni tra Nord e Sud.

Si tratterà dei primi colloqui da due anni a questa parte: gli ultimi risalgono infatti a dicembre del 2015. L'apertura è giunta qualche ora dopo che Washington e Seul, tramite il presidente Usa Donald Trump e il suo omologo sudcoreano Moon Jae-In, si erano accordate giovedì per rinviare a dopo le Olimpiadi e le Paralimpiadi alcune esercitazioni militari congiunte che contribuiscono, ogni anno, a far salire la tensione nella penisola.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata