La Casa Bianca a Kim: "Prima i fatti, poi i colloqui"
"Prima i fatti, poi i colloqui". Donald Trump accetta l’invito di Kim Jong-un ma poi arriva la frenata. "Nessun faccia a faccia fino a quando la Corea del Nord non farà seguire azioni alle parole", ha avvertito la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, sottolineando che gli Stati Uniti "faranno zero concessioni prima dei colloqui". E il presidente americano chiarisce: "L'accordo con Pyongyang richiede moltissimo e se completato, sarà molto buono per il mondo", twitta Trump che poi precisa: "Tempo e luogo devono ancora essere decisi".