L'Europarlamento oggi vota le sanzioni contro l'Ungheria

L'Europarlamento oggi vota le sanzioni contro l'Ungheria anti-migranti. Lega e 5 Stelle spaccati sull'attivazione dell'articolo 7 sulle violazioni dello Stato di diritto. Salvini conferma l'asse sovranista con il premier Orban: "Non si processano i popoli e i governi liberamente eletti", chiarisce il ministro dell'Interno che però non condanna la linea degli alleati di governo: "Ognuno è libero di scegliere". I 5 Stelle voteranno invece contro Budapest. Duro il discorso di Orban ieri a Strasburgo: "Difenderemo le frontiere e fermeremo i clandestini. Anche contro di voi se è necessario"