Kosovo, ripresa tradizionale competizione di tuffi da 22 metri

Pristina (Kosovo), 11 ago. (LaPresse/AP) - Si è svolta ieri in Kosovo la prima competizione di immersione dopo la fine della guerra che ha funestato il Paese nel 1999. La gara ha attirato una folla di centinaia di spettatori, assiepati sulle rive del fiume Drin Bianco, per vedere chi , dei 27 subacquei in gara, chiamati a saltare dal bordo del ponte di Fshajt (22 metri di altezza), si sarebbe aggiudicato il primo premio. Il vincitore, Sali Riza Grancina, ricevendo il primo premio ha detto: "La sensazione di volare è inspiegabile. Abbiamo dovuto interrompere queste competizioni per un breve periodo, ma ci impegneremo perché continuino in futuro". Lo conferma anche Artan Muhaxheri, organizzatore dell'evento: " Stiamo cercando di mantenere viva la tradizione sin dagli anni cinquanta - ha detto -, quando alcuni appassionati di gare di tuffi vennero qui e si lanciarono dai ponti Ura e Fshajt. Nonostante un periodo di stop dovuto alla guerra e ad altri disagi, ora abbiamo intenzione di tornare alle vecchie abitudini".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata