Killer in Baviera avevano contatti con Isis Arabia Saudita
Prima dell'attacco, l'attentatore del treno scrisse in chat: "Ci vediamo in Paradiso"

I responsabili degli attacchi terroristici di luglio in Baviera, un rifugiato afghano e un siriano, avevano avuto ripetuti contatti con membri dello Stato islamico, alcuni dei quali in Arabia Saudita. Lo ha riferito il quotidiano tedesco Der Spiegel, che cita fonti delle indagini. L'afghano 17enne Riz Khan Ahmadzai, che il 18 luglio ha attaccato i passeggeri di un treno regionale ed è poi stato ucciso dalla polizia, si era accomiatato poco prima dell'aggressione da uno dei contatti scrivendogli 'Ci vediamo in Paradiso'.

LEGGI ANCHE Germania, video dell'assalitore del treno: Compirò un attacco

Nelle chat precedenti l'attacco, gli interlocutori gli avevano proposto di lanciarsi con un'auto contro gruppi di persone, ma lui non aveva la patente. Il siriano di 27 anni responsabile dell'esplosione di Ansbach il 24 luglio, Mohamed Daleel, che secondo gli investigatori non è riuscito a colpire il festival a cui puntava, era stato in contatto via telefono cellulare con un interlocutore sconosciuto, che gli aveva dato istruzioni poco prima della detonazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata