Kerry a Hiroshima non chiederà scusa a Giappone per l'atomica
L'annuncio di un funzionario americano coperto da anonimato

Il segretario di Stato americano John Kerry, nella visita al memoriale delle vittime della bomba atomica a Hiroshima, non chiederà scusa per l'uso dell'atomica da parte degli Stati Uniti. Lo ha annunciato un alto funzionario Usa coperto dall'anonimato. 

"Se state chiedendo se il segretario di Stato è venuto a Hiroshima per chiedere scusa, la risposta è no", ha detto il funzionario parlando con i giornalisti. "Se state chiedendo se il segretario e io pensiamo che tutti gli americani e tutti i giapponesi siano colmi di dolore per le tragedie che sono accadute a tanti nostri connazionali, la risposta è sì", ha aggiunto. Kerry si trova a Hiroshima in occasione del summit dei ministri degli Esteri del G7, che è cominciato oggi e proseguirà anche domani.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata