Kashmir, scioperi negozianti dopo uccisione 2 uomini da esercito

Nuova Delhi (India), 5 nov. (LaPresse/AP) - Negozi e aziende sono chiusi nel Kashmir indiano, a causa di uno sciopero indetto per protestare contro le uccisioni di due uomini da parte dell'esercito, avvenute lunedì sera. Le truppe paramilitari pattugliano a bordo di veicoli blindati le strade deserte della capitale regionale Srinagar in varie zone della quale è stato imposto un coprifuoco. Un portavoce dell'esercito ha riferito che i due uomini morti lunedì sono stati uccisi dopo che non si erano fermati a due posti di blocco a Srinagar. Sull'auto si trovavano altre due persone e i soldati hanno sparato contro il veicolo mentre la vettura cercava di forzare un terzo checkpoint. I posti di blocco erano stati allestiti dopo che l'esercito era stato informato dei movimenti dei ribelli separatisti nell'area.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata