Kashmir, al via elezioni regionali, separatisti chiedono boicottaggio

Srinagar (India), 25 nov. (LaPresse/AP) - Gli abitanti della regione indiana del Kashmir stanno votando nelle elezioni statali, nonostante l'appello per il boicottaggio lanciato dai gruppi separatisti musulmani, che respingono la sovranità di Nuova Delhi. L'affluenza è stata piuttosto bassa stamattina, anche se davanti ad alcuni seggi si sono formate lunghe code. Soldati di unità paramilitari e poliziotti hanno pattugliato le strade intorno ai seggi. Le elezioni si terranno in cinque tappe che termineranno il 23 dicembre, in modo da permettere alle autorità di dispiegare migliaia di agenti in vista di eventuali episodi di violenza.

Secondo i partiti filoindiani, le elezioni favoriranno lo sviluppo della regione e aiuteranno ad affrontare problemi della società civile. Per i separatisti, invece, si tratta di un voto illegittimo imposto dall'occupante. Negli ultimi giorni le autorità avevano arrestato centinaia di esponenti del movimento separatista che avevano fatto appello per il boicottaggio. Al voto, con cui sarà eletto un governo locale guidato da un primo ministro, partecipano soltanto i partiti filoindiani, tra cui il Bjp del premier Narendra Modi. Le elezioni regionali sono in corso anche nello Stato centrale di Jharkhand.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata