Juncker: Positiva disponibilità Italia per piano Turchia
Il presidente della Commissione ringrazia il governo Renzi e aggiunge: "Abbiamo degli impegni con Ankara e dobbiamo rispettarli"

"Il piano d'azione con la Turchia deve avere finalmente vita" perché "abbiamo degli impegni con la Turchia e dobbiamo rispettarli. La Turchia ha circa 3 milioni di profughi ed è quindi chiaro che i 3 miliardi di sostegno per i rifugiati di Siria in Turchia devono essere erogati. Anche il governo italiano si è dichiarato disponibile a prestare questa solidarietà e questo è positivo, e lo riconosco". Così il presidente della Commissione europea, Jean Claude-Juncker, parlando alla plenaria dell'Europarlamento a Strasburgo. "Dobbiamo aiutare i Paesi vicini (alla Siria ndr.) con solidarietà concreta" e "questo non vale solo per Turchia ma anche per Giordania e Libano, che hanno al momento la massima densità di profughi al mondo", ha aggiunto Juncker.

Juncker è poi tornato sul tema 'Brexit'. Per il presidente della Commissione, la proposta sulla modifica dei rapporti fra Regno Unito e Unione europea presentata ieri dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk è equa e deve essere sostenuta dal Parlamento europeo. "Ho sempre detto che voglio che il Regno Unito resti un membro dell'Unione europea sulla base di un accordo equo. L'accordo proposto è equo per il Regno Unito ed equo per gli altri 27 Stati membri", ha affermato Juncker.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata