Italiani spariti in Messico e "ceduti" ai narcos, tre poliziotti arrestati
Tre agenti della polizia messicana sono stati arrestati in relazione alla scomparsa di Vincenzo Cimmino, Raffaele e Antonio Russo, i tre cittadini italiani, originari di Napoli, spariti dallo scorso 31 gennaio da Tecalitlán, Jalisco. Sono sospettati di aver consegnato gli italiani a un gruppo armato. Un quarto rappresentante delle forze dell'ordine è ricercato. La zona è considerata un feudo di una delle organizzazioni criminali più potenti del Messico