Italia-Ocse, firmato memorandum intesa su Centro sviluppo locale Trento

Roma, 2 dic. (LaPresse) - Il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova ha ieri firmato alla Farnesina, con il vice-segretario generale dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, Stefan Kapferer, il Memorandum d'Intesa sul Centro Ocse per lo Sviluppo Locale, che ha sede a Trento.

Ne dà notizia un comunicato della Farnesina, precisando che il Memorandum prevede un nuovo mandato al Centro di Trento per il periodo 2016-2020 e la costituzione di un ufficio a Venezia.

Istituito nel 2003, il Centro Ocse di Trento fornisce raccomandazioni e sviluppa le competenze necessarie, sia nei Paesi membri dell'Ocse che in Paesi terzi, per formulare e mettere in atto interventi politici a livello locale nei settori essenziali per la crescita economica.

Il Centro rappresenta inoltre una misura di cooperazione nel quadro del programma "Sviluppo economico e occupazione locale" (Leed) dell'Ocse con l'Iniziativa Centro-Europea (Ince) e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers). Il Centro di Trento opera con il contributo finanziario della Provincia autonoma.

Tra le novità dell'accordo, l'allargamento delle collaborazioni e dei partenariati al Triveneto con il coinvolgimento, anche finanziario, della Regione autonoma del Trentino Alto Adige e della Provincia autonoma di Bolzano, del Friuli Venezia Giulia con la Camera di Commercio di Udine, di Venezia con la Fondazione di Venezia. Inoltre anche l'Agenzia per la Coesione rerritoriale ha indicato di volere contribuire finanziariamente al rinnovo del mandato del Centro di Trento.

"Il Governo vede con molto favore l'attività del Centro di Trento che rappresenta un polo operativo di eccellenza dell'Ocse nella elaborazione e valutazione di politiche di supporto alle piccole e medie imprese e di sostegno all'internazionalizzazione di soggetti pubblici e privati" ha commentato il sottosegretario Della Vedova.

"Con l'intesa - ha sottolineato Della Vedova - il Centro, con il sostegno della Fondazione di Venezia, estende la sua presenza anche a Venezia per ampliare le sue attività su temi come l'occupazione, le Pmi e la creazione d'impresa, la crescita verde e l'innovazione, oltre che turismo e cultura".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata