Istanbul, vicepremier: Possibile ruolo di 007 stranieri in strage
"Penso non sia possibile che l'autore abbia eseguito un simile attacco senza alcun aiuto", ha detto Kurtulmus

I "servizi di intelligence stranieri" potrebbero aver avuto un ruolo nella strage di Capodanno a Istanbul, considerata la "professionalità" dell'attacco. Lo ha dichiarato il vice primo ministro turco, Numan Kurtulmus, in un'intervista al quotidiano Hurriyet. "Io sono dell'opinione che non sia possibile che l'autore abbia eseguito un simile attacco senza alcun aiuto. Sembra una cosa da servizi segreti. Tutte queste cose sono in fase di valutazione", ha affermato Kurtulmus, senza aggiungere altro. Kurtulmus ha spiegato che il governo e gli organi di sicurezza della Turchia stanno lavorando a misure aggiuntive per fronteggiare la nuova fase del terrorismo.

LEGGI ANCHE Istanbul, vicepremier: Attentatore è probabilmente cinese uiguro

Diverse persone sospette sono state arrestate all'alba dalla polizia turca nell'ambito dell'inchiesta sulla strage di Capodanno ad Istanbul. Lo hanno reso noto fonti della polizia citate dall'agenzia di stampa Anadolu. L'operazione è scattata a Silivri, un distretto della periferia di Istanbul.


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata