Israele, portavoce famiglia Shalit: Rilascio forse martedì

Gerusalemme, 14 ott. (LaPresse/AP) - Gilad Shalit, soldato israeliano rapito da Hamas nel 2006, potrebbe essere rilasciato martedì. È quanto riferisce Tami Shienkman, portavoce dei familiari del militare, spiegando che la notizia è stata data dal capo di stato maggiore dell'esercito israeliano, il tenente generale Benny Gantz. Si tratta della prima indicazione ufficiale di una data precisa per la fase iniziale dell'accordo tra Israele e Hamas, che prevede la liberazione di oltre mille prigionieri palestinesi in cambio del giovane soldato. Il governo di Gaza rilascerà Shalit in seguito alla scarcerazione di prima 450 e poi 550 detenuti palestinesi, alcuni dei quali condannati per omicidio di cittadini israeliani. Il tenente generale ha però sottolineato che l'accordo potrebbe essere posticipato da "eventi inaspettati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata