Israele, Netanyahu: Continueremo a costruire in insediamenti coloni

Gerusalemme (Israele), 2 dic. (LaPresse) - Israele "continuerà a costruire a Gerusalemme e in tutti i luoghi della mappa di interesse strategico per Israele". Lo ha affermato il primo ministro israeliano, Benyamin Netanyahu, nella riunione settimanale del governo, secondo quanto riportato dal sito Ynet News. "La mossa unilaterale dell'Autorità Nazionale Palestinese presso le Nazioni Unite - ha aggunto Netanyahu - è una palese violazione degli accordi, e quindi il governo israeliano rifiuta la risoluzione dell'Assemblea generale". All'indomani dell'accoglimento della Palestina all'Onu come stato osservatore non menbro, il governo israeliano ha dato l'annuncio della costruzione di altre 3mila nuove case negli insediamenti dei coloni. "Vorrei chiarire ancora una volta – ha spiegato ancora il premier israeliano - che non ci sarà nessun stato palestinese senza un accordo che garantisca la sicurezza dei cittadini di Israele e prima che lo Stato di Israele sia riconosciuto come Stato del popolo ebraico, e neppure ci sarà nessuno Stato palestinese prima i palestinesi dichiarino la fine del conflitto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata