Israele, gravi due attivisti palestinesi in sciopero fame in cella

Gerusalemme, 7 giu. (LaPresse/AP) - La vita di due attivisti palestinesi in sciopero della fame in una prigione israeliana è in serio pericolo. È quanto denuncia Anat Litvin, del gruppo Medici per i diritti umani in Israele, riferendo che i due sono in condizioni di salute "molto gravi". I due uomini, Akram Rikhawi e il 25enne ex nazionale di calcio palestinese Mahmoud Sarsak, continuano a rifiutarsi di mangiare nonostante un accordo con Israele firmato lo scorso mese abbia persuaso altri attivisti a interrompere la protesta. Sarsak, nativo di Gaza, è in prigione senza accuse dal 2009 e da 79 giorni non mangia chiedendo di essere rilasciato; Rikhawi, in sciopero da 56 giorni, sostiene invece che Israele, rinnovando il 21 maggio il suo arresto, non ha rispettato la promessa di liberarlo. Il servizio carcerario israeliano afferma che i due stanno ricevendo cure adeguate al caso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata