Israele, accordo tra Netanyahu e Focolare ebraico per il governo

Gerusalemme, 6 mag. (LaPresse/Xinhua) - A meno di due ore dalla scadenza fissata per trovare un accordo per la formazione di un governo, Benjamin Netanyahu, leader del partito israeliano Likud e vincitore alle ultime elezioni, ha siglato un'intesa con il partito nazionalista e di estrema destra Focolare ebraico (o Casa Ebraica), guidato Naftali Bennett.

Il premier ha annunciato l'accordo nel corso di una conferenza stampa. "Sono sicuro che nessuno sia sorpreso dal fatto che questi negoziati siano continuati con tutti i partiti e che siano finiti in tempo", ha affermato Netanyahu. "Questo - ha invece detto Bennett - non è un governo per gente di destra o di sinistra, ma per l'intero popolo di Israele. Primo ministro Netanyahu, noi siamo dietro di te, faremo tutto il possibile per appoggiare il tuo successo e per il successo del governo. Questo governo può portare a termine il mandato".

Alcune fonti hanno riferito a Xinhua che il falco del partito di estrema destra Ayelet Shaked dovrebbe diventare la nuova titolare della Giustizia, nonostante le perplessità iniziali del premier. Diventerà inoltre membro del Gabinetto di sicurezza, assieme a Bennett. Focolare ebraico potrebbe ottenere anche il posto del vice capo della Difesa e del ministero dell'Educazione, che dovrebbe essere affidato proprio a Bennett. I dettagli del nuovo governo devono tuttavia essere ancora definiti. Lunedì Netanyahu deve presentare i membri dell'esecutivo alla Knesset.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata