Islanda, polizia spara a uomo armato e lo uccide: non era mai accaduto

Londra (Regno Unito), 2 dic. (LaPresse/AP) - La polizia dell'Islanda ha ucciso un uomo armato in un appartamento ad Arbaer, sobborgo della capitale Reykjavik, registrando così la prima uccisione per mano delle forze dell'ordine avvenuta nel Paese. Gli agenti erano stati chiamati sul posto in seguito ad alcune chiamate che denunciavano la presenza di un uomo che sparava con un fucile a pompa dall'interno dell'appartamento. Due poliziotti disarmati sono stati colpiti mentre cercavano di entrare, costringendo le autorità a fare intervenire le forze speciali. Gli agenti delle squadre speciali hanno sparato all'uomo e lo hanno subito portato in ospedale, dove però è morto. L'Islanda, la cui popolazione è di circa 320mila persone, ha un basso tasso di criminalità e gli episodi di violenza sono estremamente rari, tanto che gli agenti della polizia regolare non portano armi da fuoco. È stato Haraldur Johannessen, commissario nazionale della polizia islandese, a specificare che si è trattato della prima uccisione di un uomo da parte delle autorità nel Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata