Isis, militanti danneggiano antica cittadella e santuari vicino Mossul

Mossul (Iraq), 31 dic. (LaPresse/Xinhua) - Militanti dello Stato islamico hanno danneggiato l'antica cittadella Tal Afar e distrutto due santuari nella provincia di Ninive, nel nord dell'Iraq. Gli estremisti, ha riferito un ufficiale locale, Mohammed Ibrahim al-Baiyati, hanno fatto esplodere delle bombe nelle zone nord e ovest della cittadella, situata a 70 chilometri a ovest di Mossul. Gli ordigni hanno distrutto una parte dei muri antichi della fortezza. I militanti stanno continuando a far saltare in aria il resto dei muri della struttura e sembra che abbiano effettuato degli scavi in cerca di oggetti antichi da rivendere.

Dopo l'invasione lanciata dagli Stati Uniti in Iraq nel 2003 la fortezza, che risale probabilmente all'epoca assira, era stata usata come sede delle autorità locali e della polizia, fino a giugno scorso, quando la città di Tal Afar è stata catturata dallo Stato islamico. Gli estremisti, ha riferito Baiyati, hanno inoltre fatto esplodere i santuari dell'imam Muhsin e del sultano Waiys a Mossul, a 400 km a nord di Baghdad. A luglio i membri del gruppo avevano danneggiato o distrutto 30 santuari e 15 moschee sciite e sunnite a Mossul.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata