Isis giustizia ragazzino a Sirte per legami con Gheddafi
Fucilato Abdelah al Ghinay al Gheddafi dopo che un giudice wahabita lo ha condannato a morte

 Un adolescente è stato ucciso con un'esecuzione da parte della branca libica dello Stato islamico nella città costiera di Sirte per i suoi legami familiari con l'ex leader libico Muammar Gheddafi. Lo riferisce a Efe una fonte della sicurezza, spiegando che un gruppo di fanatici ha fucilato Abdelah al Ghinay al Gheddafi dopo che un giudice wahabita lo ha condannato a morte con l'accusa di "essere in possesso di foto dell'ex presidente libico". Nelle ultime 48 ore, ha aggiunto la fonte, i jihadisti hanno assassinato anche 10 cittadini a Sirte e Ben Yawad, alle cui porte detengono diverse decine di famiglie che hanno provato a fuggire incitate dalle informazioni che circolavano in merito a una prossima offensiva da parte di diverse milizie libiche.
 

"L'organizzazione ha impedito a diversi giovani di uscire dalla città per timore che la attacchino" e si uniscano alle forze dell'est e dell'ovest del Paese che circondano Sirte, bastione dei jihadisti sulla costa del Mediterraneo. Una fonte della sicurezza a Misurata ha aggiunto, dal canto suo, che in totale 7.661 persone provenienti da Sirte si sono rifugiate in città, mentre altre 150 famiglie sono arrivate nel vicino villaggio di Bugrin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata