Isis, Gentiloni: Bisogna continuare impegno militare in Iraq
"Nella lotta della coalizione internazionale contro lo Stato islamico ci sono stati alti e bassi"

"In Iraq bisogna continuare l'impegno, da un lato, militare, per sottrarre altre città a Daesh e, dall'altro, per consolidare le zone liberate" in Iraq. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, alla fine della conferenza internazionale sull'Isis, oggi alla Farnesina.


Nella lotta della coalizione internazionale contro lo Stato islamico "ci sono stati alti e bassi, ma più alti che bassi: Daesh ha perso il 40% del suo territorio in Iraq", ha sottolineato Gentiloni. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata