Isis distrugge chiesa a Mossul. Patriarcato caldeo condanna
La struttura è stata fatta crollare con cariche esplosive

Lo Stato islamico ha distrutto la cosiddetta Chiesa dell'orologio a Mossul, facendola crollare con cariche esplosive. La notizia della distruzione, che risale a domenica 24 aprile, è stata riferita da Al-Mayadeen News e ha provocato la condanna del Patriarcato caldeo, tramite una nota. La chiesa latina era stata fondata dai domenicani nel 1872, ricorda la testata. Il Patriarcato, si legge in una dichiarazione, ha accolto la notizia con "sorprendente malinconia e dolore". "Condanniamo con forza" questo episodio, prosegue il testo, così come il fatto che "moschee e altri edifici religiosi siano presi di mira", chiedendo di "accelerare una vera riconciliazione nazionale" per "sconfiggere il terrorismo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata