Isis, comandante al-Shishani: Moglie e figlia libere o ci sarà vendetta

Beirut (Libano), 5 dic. (LaPresse/AP) - Il comandante dello Stato islamico Abu Ali al-Shishani ha minacciato "vendetta" contro gli sciiti libanesi, se la moglie e la figlia catturate in Libano non saranno liberate. Lo ha dichiarato in un video, pubblicato online e di cui non è possibile verificare l'auteticità in modo indipendente. Al-Shishani ha annunciato anche che la mediazione per il rilascio di 20 soldati libanesi tenuti in ostaggio dallo Stato islamico e da al-Qaeda in Siria sarà sospesa, fino a quando i suoi familiari saranno rilasciati. Le autorità di Beirut avevano dato notizia della cattura la scorsa settimana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata