Isil, Erdogan: Servono raid aerei in altre zone Siria, non solo Kobani

Parigi (Francia), 31 ott. (LaPresse/AP) - "Stiamo parlando soltanto di Kobani, una città al confine della Turchia in cui non è rimasto quasi nessuno tranne duemila combattenti. È difficile capire questo atteggiamento: perché le forze della coalizione continuano a bombardare Kobani? Perché non vogliono agire in altre zone?". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante una conferenza stampa congiunta con l'omologo francese François Hollande a Parigi. Il leader francese ha spiegato di considerare Aleppo la città più importante nella guerra in Siria, ma ha sottolineato che Kobani resta importante "anche svuotata della sua popolazione". Hollande si è detto fiducioso che Erdogan permetterà che rinforzi raggiungano Kobani dalla Turchia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata