Isil, combatteva con militanti in Siria: morto 19enne britannico

Londra (Regno Unito), 25 ott. (LaPresse/PA) - Un giovane britannico, arruolato tra le fila dello Stato islamico, è stato ucciso in Siria. Mehdi Hassan, 19 anni, originario della città portuale di Portsmouth, nell'Hampshire, era partito dal Regno Unito a ottobre dello scorso anno con altri quattro uomini. Una foto del suo corpo è apparsa su Twitter ieri sera e la famiglia ha confermato di aver ricevuto la notizia della sua morte. "I genitori sono molto turbati e non intendono rilasciare dichiarazioni", ha spiegato Abdul Jalil, presidente dela moschea di Portsmouth, secondo quanto riferiscono i media locali. Nel frattempo un portavoce del Foreign Office ha dichirato di essere a conoscenza della morte di un cittadino britannico in Siria, ma di non aver ricevuto alcuna indicazione sulla sua identità.

"Il Regno Unito - fanno sapere dal ministero degli Esteri - ha consogliato attenzione per qualche tempo su tutti i viaggi in Siria, dove sono sospesi i nostri servizi consolari. Poiché non abbiamo alcuna dichiarazione in Siria, è estremamente difficile ottenere la conferma di morti o feriti".

Hassan è il quarto uomo britannico ucciso nei combattimenti in Siria. Martedì è arrivata la notizia della morte di Manunur Roshid, di 24 anni, anche lui di Portsmouth. A dicembre e ad agosto 2013 sono stati uccisi anche Iftekar Jaman e Hamidur Rahman.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata