Isil, arrestato imam in Bulgaria: sospettato di propaganda pro-militanti

Pazardzhik (Bulgaria), 25 nov. (LaPresse/AP) - La polizia bulgara ha arrestato un imam sospettato di avere fatto propaganda a favore del gruppo Stato islamico, dopo avere fatto irruzione in una moschea di Pazardzhik, nel sud del Paese. L'imam arrestato si chiama Ahmed Mussa Ahmed, ha origini rom e in precedenza era già stato accusato di "predicazione dell'islam radicale". La procura di Stato della Bulgaria ha affermato che l'arresto rientra in un'operazione congiunta con il ministero dell'Interno e con l'agenzia della sicurezza nazionale "come parte di un'investigazione sul terrorismo e sull'incitamento a combattere". Il comunicato della procura non specifica quanti arresti siano stati fatti nell'operazione, ma aggiunge che sono stati perquisiti altri 40 siti in quattro città in cui sono presenti comunità musulmane.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata