Irlanda, governo risarcirà ex residenti istituti cattolici Magdalene

Dublino (Irlanda), 26 giu. (LaPresse/AP) - Le ex residenti degli istituti cattolici femminili noti come 'case Magdalene' riceveranno almeno 34,5 milioni di euro dal governo irlandese come ricompensa per gli anni di lavoro non pagato e le umiliazioni subite. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia irlandese Alan Shatter, precisando che sono ancora vive circa 770 ex residenti degli istituti. La dichiarazione del governo arriva a seguito di un'indagine ordinata dal governo per fare luce sugli abusi subiti dalle donne affidate agli istituti, gestiti per lo più da suore.

La commissione d'inchiesta, che aveva presentato il suo rapporto a febbraio scorso, ha stabilito che le donne lavoravano per poco o nessuno stipendio, spesso si sentivano come prigioniere e venivano affidate alle case Magdalene perché erano ritenute immorali, sovente in base ad accuse false. Le donne che lavorarono nelle lavanderie degli istituti, ha detto Shatter, riceveranno risarcimenti che andranno da 11.500 a 100mila euro. Alle ex residenti saranno inoltre garantite cure mediche gratuite e pensioni pagate dallo Stato. Il primo istituto è stato aperto a Dublino nel 1765. L'ultimo è stato chiuso nel 1996.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata