Irlanda, creatore dei Simpson salva il toro gay condannato al mattatoio

Dublino (Irlanda), 18 nov. (LaPresse/AP) - Rischiava di essere abbattuto per non essersi accoppiato, ma Benjy, il toro gay d'Irlanda, è stato salvato da una campagna mondiale sostenuta da Sam Simon, co-creatore dei Simpson. Lo ha annunciato l'associazione irlandese Animal Rights Action Network (Aran), affermando che Simon pagherà i costi di trasferimento di Benjy in una riserva in Inghilterra. Simon, che sta lottando contro il cancro al colon, ha dato in beneficenza gran parte dei ricavi dei suoi successi televisivi ed è tra i principali donatori nelle cause animaliste. Nei mesi scorsi Benjy non è riuscito ad accoppiarsi con le femmine della fattoria in cui viveva, nella contea irlandese di Mayo.

I veterinari hanno accertato che è fertile, ma che era più attratto dal maschio portato nella fattoria per sostituirlo piuttosto che dalle femmine. Dopo che il fattore ha annunciato l'intenzione di mandare Benjy al mattatoio, la scorsa settimana gli animalisti hanno lanciato una campagna sui social media per raccogliere le 5mila sterline necessarie a far trasferire l'animale all'Hillside animal sanctuary di Norfolk, in Inghilterra, in cui vivono circa 2mila cavalli e animali da fattoria 'indesiderati'. Con le donazioni di circa 300 persone sono state raccolte 4mila sterline ma, quando Simon ha saputo della campagna, si è dichiarato felice di donare l'intera cifra necessaria a trasferire Benjy.

"Tutti gli animali hanno un destino cupo nel commercio della carne, ma uccidere un toro perché gay sarebbe una tragedia doppia", ha dichiarato Simon in un comunicato. "Mi elettrizza aiutare Peta (People for the ethical treatment of animals) e Aran a mettere una riserva, anziché un panino, nel futuro di Benjy", ha aggiunto. John Carmody, direttore delle campagne di Aran, ha detto che Simon e gli altri donatori hanno comprato a Benjy "un biglietto di sola andata per la libertà".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata