Iraq, tre attentati in quartieri sciita Baghdad: almeno 30 morti

Baghdad (Iraq), 13 ott. (LaPresse/AP) - Tre attacchi a Baghdad hanno ucciso almeno 30 persone nella giornata di oggi, colpendo tre quartieri a maggioranza sciita. Gli attacchi sono avvenuti mentre alcune famiglie stavano celebrando la festa di Eid al-Ghadir, che commemora l'Imam sciita Ali.

Nel quartiere orientale di Habibiya, 15 persone sono morte e 34 sono rimaste ferite quando un attentatore suicida ha lanciato la sua auto carica di esplosivo contro un posto di blocco della polizia. Secondo quanto ha riferito la polizia, in precedenza un'autobomba era esplosa vicino una fermata dell'autobus a nord di Baghdad, uccidendo 11 persone e ferendone 22. Ancora una detonazione nel quartiere di Sadr City: una bomba nascosta in un carrello della frutta è stata fatta saltare, uccidendo quattro persone e ferendone 18. Fonti ospedaliere hanno confermato il numero delle vittime.

Nessuno ha subito rivendicato la responsabilità degli attacchi, ma lo Stato islamico ha fatto sapere di avere un piede dentro Baghdad e ha rivendicato numerosi attentati su larga scala in città negli ultimi mesi, in particolare nella roccaforte sciita di Sadr City.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata