Iraq, sostenitori al Sadr dentro Zona Verde: scontri con agenti
L'esercito ha deciso di imporre il coprifuoco a Baghdad "fino a nuovo ordine"

Centinaia di manifestanti iracheni, sostenitori del movimento del religioso sciita Muqtada al Sadr, hanno fatto irruzione nella cosiddetta 'Zona verde' di Baghdad dirigendosi verso la sede del governo e del Parlamento al centro di una grande crisi politica del Paese. Lo hanno annunciato le forze di sicurezza spiegando che almeno 11 manifestanti sono stati feriti negli scontri con le forze dell'ordine. L'esercito ha deciso di imporre il coprifuoco a Baghdad "fino a nuovo ordine", secondo quanto riporta la tv di Stato.

Gli uomini della sicurezza hanno lanciato gas lacrimogeni e sparato proiettili veri per disperdere i manifestanti che, secondo quanto si apprende dai media locali, sono entrati anche all'interno del parlamento e nell'ufficio del premier, Haider al Abadi.

I sostenitori di Sadr protestano contro il fallimento del Parlamento nell'approvare un esecutivo non politico e nel garantire la sicurezza dei cittadini dopo l'ondata di attacchi rivendicati dallo Stato Islamico che hanno portato alla morte di 150 persone in un mese.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata