Iraq, salgono a 76 i morti. Giorno più cruento da mesi

Baghdad (Iraq), 17 mag. (LaPresse/AP) - E' salito a 76 il bilancio dei morti oggi in Iraq provocati dall'esplosione di bombe nelle aree sunnite di Baghdad e nelle zone vicine. Lo hanno reso noto le autorità, affermando che si tratta del giorno più cruento nel Paese in più di otto mesi. Dopo gli scoppi a Baquba e a Baghdad, un' altra esplosione ha colpito un caffè a Fallujah, 65 chilometri (40 miglia) a ovest di Baghdad, uccidendo due persone e ferendone nove. Lo hanno reso noto fonti di polizia e ospedaliere. A Baghdad, una bomba è esplosa vicino a un centro commerciale nell'ora di punta serale nel quartiere a prevalenza sunnita di Amariyah, uccidendo 21 persone e ferendone 32. Questa esplosione è stata seguita da un'altra bomba in un distretto commerciale a Dora, un altro quartiere sunnita, che ha ucciso quattro persone e ne ha ferite 22.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata