Iraq, Parlamento rinvia a domani elezione nuovo presidente

Baghdad (Iraq), 23 lug. (LaPresse/AP) - Il Parlamento iracheno ha deciso di rinviare a domani il voto per eleggere il nuovo presidente, a seguito di una richiesta del blocco politico curdo. Lo ha annunciato il presidente del Parlamento, Salim al-Jabouri. Il nuovo presidente sostituirà Jalal Talabani, il cui mandato sta per scadere. I candidati che si sono presentati sono almeno 95, ha dichiarato alla tv di Stato irachena il deputato sciita Adel Shershab. Tuttavia sono due i nomi che sono emersi come favoriti nella successione: si tratta dell'ex vice primo ministro Barham Saleh e del governatore della provincia di Kirkuk, Najimaldin Karim. Nel 2003 i partiti iracheni si accordarono per dividere i tre incarichi più importanti fra le tre principali comunità; secondo questa divisione il presidente è un curdo, il primo ministro uno sciita e lo speaker del Parlamento un sunnita. Il prossimo presidente sarà incaricato di scegliere una persona a cui affidare la formazione di un nuovo governo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata