Iraq, Obama invia 275 soldati per proteggere ambasciata Usa

Washington (Usa), 17 giu. (LaPresse/AP) - Gli Stati Uniti hanno deciso di inviare fino a 275 soldati in Iraq, per proteggere l'ambasciata del Paese. Lo ha comunicato il presidente Barack Obama, spiegando che i soldati forniranno sostegno anche al personale degli Stati Uniti. Centosettanta soldati sono già in Iraq. I militari sono attrezzati per combattere, anche se Obama ha affermato che non vuole che le forze Usa siano impegnate in combattimenti diretti. Altri 100 soldati verranno messi in attesa in un Paese terzo vicino, probabilmente il Quwait, e potrebbero occuparsi di gestione dell'aerodromo, di sostegno alla sicurezza e logistica.


VIDEO

Il presidente ieri ha incontrato il suo team per la sicurezza nazionale, per discutere le opzioni per fermare i militanti dello Stato Islamico dell'Iraq. Obama, fanno sapere funzionari, non ha preso decisioni finali sul coivolgimento degli Usa in Iraq, anche se la Casa Bianca ha continuato a sottolineare che qualsiasi impegno militare dipenderà dalle riforme politiche attuate dal governo di Baghdad.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata