Iraq, jihadista belga condannato a morte per appartenenza all'Isis
Nella prima udienza presso il tribunale di Baghdad si era dichiarato innocente

Un tribunale iracheno ha condannato a morte un jihadista belga accusato di essere un membro dell'Isis. L'uomo, 30enne, era comparso in un video nel quale minacciava il Belgio e la Francia. Tarik Jadaoun, nato nel 1988, è entrato a far parte dell'Isis nel 2014 sotto il nome di Abu Hamza al-Belgiki. Il 10 maggio, durante la prima udienza presso il tribunale penale di Baghdad, si era dichiarato non colpevole e aveva detto di essere stato ingannato. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata