Iraq, attentato suicida contro turcomanni nel nord: 7 morti, 52 feriti

Baghdad (Iraq), 25 giu. (LaPresse/AP) - Almeno un attentatore suicida ha fatto esplodere la sua cintura esplosiva vicino a un gruppo di manifestanti appartenenti alla minoranza turcomanna che avevano allestito delle tende nella città di Tuz Khurmatu, nel nord dell'Iraq, uccidendo almeno sette persone e ferendone altre 52. Lo ha fatto sapere Raed Ibrahim, a capo del dipartimento della Salute della provincia di Salahuddin. Secondo la missione dell'Onu in Iraq, tra le vittime dell'attentato ci sono due leader turcomanni, Ahmed Abdel-Wahed e Ali Hashem Mukhtar Oglou. "Simili attacchi mirano a inasprire le tensioni in questa regione particolarmente sensibile", ha detto l'inviato delle Nazioni unite, Martin Kobler, in una nota. Un portavoce del governatore provinciale, Ali Abdul-Rahman, ha riferito che i manifestanti turcomanni chiedevano una maggiore sicurezza per la loro comunità dopo l'esplosione di un'autobomba avvenuta domenica. Tuz Khurmatu, a circa 200 chilometri a nord di Baghdad, è situata in un territorio conteso da arabi, curdi e turcomanni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata