Iraq, attacco quartiere sciita Baghdad: 64 morti, Isis rivendica
L'autobomba è esplosa nel mercato di Sadr City nell'ora di punta

Un'autobomba è esplosa nel mercato di Sadr City, quartiere a maggioranza sciita di Baghdad, provocando la morte di almeno 64 persone. Lo riportano fonti di polizia e ospedaliere, secondo cui i feriti sono oltre 87. La detonazione è avvenuta nell'ora di punta del mattino quando il mercato è più affollato. Nel frattempo, lo Stato islamico ha rivendicato l'attacco.

Secondo una fonte di polizia, l'esplosione provocata da un'autobomba ha creato anche numerosi danni agli edifici della zona, e molte auto al momento sono ancora in fiamme. Le forze di sicurezza hanno circondato il luogo per facilitare il trasferimento dei feriti agli ospedali, dove alcuni sono morti per la gravità delle ferite, aumentando notevolmente il numero iniziale delle vittime.

Sadr City, dove vivono molti seguaci del religioso sciita Muqtada al-Sadr, è frequente luogo di attentati da parte di estremisti sunniti, come i militanti dello Stato islamico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata